L’Osteopatia è

L’osteopatia è una professione sanitaria autonoma dal 31 gennaio del 2018 (legge 3/2018), e nel 2007 è stata inserita dall’organizzazione mondiale della sanità (OMS) tra le medicine non convenzionali. Al momento i percorsi di formazione accreditati richiedono una formazione continua di 5 anni che prevede lo studio di anatomia, patologia, fisiologia, e delle materie osteopatiche, oltre ad un tirocinio clinico.

L’osteopatia parte dal presupposto che ogni persona è un’unità di mente, corpo ed emozioni, per questo focalizza il suo intervento sull’integrità strutturale e funzionale dell’organismo e la tendenza intrinseca di quest’ultimo verso l’autoregolazione.

In osteopatia ogni disturbo è considerato a partire dalle sue origini, spesso collocate lontano da dove si manifesta il dolore. L’osteopata segue la rete intricata di segni e sintomi presentati dal paziente e li usa come indizi integrandoli con la sua storia clinica; egli funge da mediatore nella “manutenzione” e/o nel ripristino della funzione persa a tutti i livelli del corpo.

L’osteopatia può essere sia complementare sia alternativa a trattamenti medici, con i quali ricerca un approccio integrato. Come tale, ha un ruolo chiave nella promozione della salute.

L’approccio, personalizzato, si avvale di differenti tecniche specifiche in base alla problematica da trattare, al tipo di dolore, alla tipologia e alle aspettative della persona in terapia.

Dopo una prima accurata indagine anamnestica, l’osteopata valuta i possibili benefici e le eventuali controindicazioni al trattamento per garantire al paziente la massima sicurezza e professionalità.

Gli obiettivi dell’intervento terapeutico sono:

  • Riduzione del dolore;
  • Miglioramento della funzione alterata;
  • Incremento dell’apporto sanguigno e nutrizione alle aree interessate;
  • Rimozione degli ostacoli biomeccanici per favorire un’ottimale trasmissione nervosa

I principi dell’osteopatia

1) La mano è un mezzo di analisi e di terapia.

2) L’individuo deve essere considerato nella sua totalità che è composta da corpo e mente.

3) L’organismo ha capacità di autoregolazione (omeostasi) e di rigenerazione; per funzionare ha bisogno di equilibrio e ne è in continua ricerca.

4) Se la mobilità delle strutture è disturbata, la loro funzione non potrà svolgersi correttamente. Allora l’organismo attiva delle compensazioni, andando in cerca di equilibrio, assenza di dolore e risparmio energetico.

5) Ogni parte del sistema è interdipendente dall’insieme delle strutture: ecco perché l’osteopata si propone di trattare l’intero complesso per permettere al corpo di rimuovere le compensazioni in atto e restituirgli la mobilità, fonte di salute.

Che cosa può trattare l’osteopatia

Il trattamento osteopatico può essere utile a tutte le età della vita per correggere le alterazioni della mobilità articolare e tissutale e i disturbi che queste possono comportare.

Ambito primario di intervento dell’osteopatia sono tutti i disturbi dell’apparato muscolo scheletrico, a cui possono associarsi alterazioni funzionali dei visceri e del sistema cranio sacrale. In pratica, tratta le restrizioni di mobilitàdelle strutture e mira a ristabilire una buona funzionalità dell’insieme.

L’osteopatia ti aiuta se hai questi sintomi:

  • Dolore cervicale (dolore al collo, torcicollo, colpo di frusta, dolore alle spalle)
  • Dolori lombari (mal di schiena, nervo sciatico, colpo della strega)
  • Emicrania e cefalea (mal di testa, male agli occhi, trauma cranico)
  • Dolori articolari e muscolari da traumi e non (dolore al ginocchio, dolore ai piedi, dolore al gomito…)
  • Alterazione dell’equilibrio (vertigini)
  • Stanchezza cronica (fibromialgia)
  • Affezioni congestizie (otiti, sinusiti, riniti, bronchiti, polmoniti, post-Covid)
  • Disturbi ginecologici (incontinenza, dolore pelvico, disturbi del ciclo mestruale)
  • Disturbi digestivi (stipsi, reflusso gastro esofageo, ernia iatale, colon irritabile, bruciore di stomaco, gonfiore)
  • Dolori legati alla gravidanza e al post partum (mal di schiena, nevralgie, formicolii, gambe gonfie)
  • Trattamento cicatrici (chirurgiche, da taglio cesareo)
  • Disordini temporo-mandibolari (bruxismo, click mandibolari o blocchi articolari)
  • Trattamento neonatale e pediatrico (rigurgiti e reflusso, otiti e sinusiti ricorrenti, coliche, deformazioni della testa, difficoltà del sonno)

Contattaci

Per richiedere ora il tuo appuntamento o una consulenza personalizzata!

RICHIEDI UNA CONSULENZA